Serie A: Pescara-Napoli 2-2, le pagelle

Serie A: Pescara-Napoli 2-2, le pagelle

Dagli spogliatoi viene fuori un altro Napoli e anche i cambi di Sarri fanno la loro parte. Quattro minuti dopo, ancora Martens ristabilisce gli equilibri della gara, segnando il gol del 2-2, grazie alla complicità del difensore del Pescara Coda. Prima della fine ci prova Milik ma il portiere argentino risponde. Tempo pochi minuti e Mertens accorcia le distanze, per poi trovare il gol della doppietta e ristabilire la parità.

Finisce 2-2. Per gli abruzzesi un punto di prestigio, pienamente meritato nel giorno del ritorno in SerieA, contro una delle squadre favorite per il titolo. Il terzino serve Benali in area, ma il libico fa velo e regala a Caprari la palla del 2 a 0: piattone sotto la traversa che Reina neanche vede partire. Sport Mediaset in particolare ha aperto una polemica con la società azzurra parlando di mancanza di rispetto per la categoria dei giornalisti e per gli stessi tifosi azzurri, chiedendosi quando avrà termine questa situazione. Quello che non aveva detto è che, complice la contestuale contemporaneità con la chiusura dei Giochi Olimpici di Rio, per gli azzurri la prima di campionato sarebbe stata una vera e propria via crucis, con i calciatori in preda a crisi di identità sportiva: Insigne impegnato nel tiro a giro/a segno a vanvera; Koulibaly intento a correre non si sa bene dove pur di raggiungere e eventualmente superare il record di Bolt nei 100 metri invece di marcare prima Benali e poi Caprari (autori delle due reti pescaresi); Gabbiadini intento a studiare il regolamento del curling invece di andare a prendersi qualche caspita di pallone a centrocampo e Valdifiori attivissimo nella partita di tennis da tavolo evidentemente in corso a casa sua.

CAPRARI 7 - Lo chiamano "falso nueve", ma sia chiaro che non ha proprio nulla di taroccato. Il Napoli torna in partita appena lui lascia il campo. Entra lui e la partita cambia, più movimento e più idee. E' suo l'assist per il secondo gol di Mertens, in una delle sue classiche discese. Un gol dopo otto minuti, stesso tempo impiegato da Gonzalo Higuain per la prima gioia bianconera.

Callejon 6: Solito dinamismo a servizio della squadra. Buon primo tempo dei biancoazzurri, vistoso calo nella ripresa.