Champions League, un grande Napoli ne fa 4 al Benfica

Champions League, un grande Napoli ne fa 4 al Benfica

Al San Paolo Napoli-Benfica termina 4-2 a favore degli azzurri. Positivo al San Paolo anche l'apporto ed il sostegno dei tifosi, che hanno soltanto tifato, senza protestare contro De Laurentiis. Dopo le prime due partite della fase a gironi, infatti, sia la Juventus che il Napoli hanno fatto vedere cose a dir poco egregie: i bianconeri, dopo un pareggio un po' deludente patito dal Siviglia, hanno trovato una larga vittoria contro i croati della Dinamo Zagabria. "Sono contento per i ragazzi perché mettere sotto una squadra come il Benfica non era semplice - ha detto Sarri a fine gara - poi si poteva evitare di subire i due gol che mi lasciano un po' l'amaro in bocca". Per il Benfica tra i pali c'è Julio Cesar, una garanzia per questo genere di match.

Un Sarri giustamente soddisfatto si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium per commentare la netta vittoria sui portoghesi del Benfica. Sul pallone va sempre lui, che fa passare la palla sopra la barriera e beffa Julio Cesar, poco reattivo nell'occasione. Gli ospiti accusano il colpo e risultano molto contratti, permettendo ai padroni di casa di gestire il risultato e continuare ad attaccare con Allan e Callejon, leggermente imprecisi. Passano tre minuti e Milik firma il 3-0 su calcio di rigore concesso per un fallo del portiere su Callejon. Sarri Benfica (4-5-1): Julio Cesar; Semedo, Lisandro Lopez, Lindelof, Alex Grimaldo; Carrillo (22' st Guedes), Andrè Almeida, Fejsa (37' st Josè Gomes), Horta (11' st Salvio), Pizzi; Mitroglu.

Napoli: Reina; Hysaj, Albiol (10' Maksimovic), Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon (69' Insigne), Milik, Mertens (81' Giaccherini).

Napoli-Benfica 4-2: 20' Hamsik (N), 51' Mertens (N), 54' Milik (N), 58' Mertens (N), 71' Guedes (B), 86' Salvio (B). Ora la qualificazione per il Napoli può già dirsi a portata di mano. Quasi a un passo.