Mourinho: "La mia vita a Manchester è un disastro"

Mourinho:

L'arrivo di Mourinho aveva fatto tornare a sognare l'ambiente, con i tifosi dei Red Devils che non vedevano l'ora di vedere all'opera il tecnico portoghese, degno erede di sir Alex Ferguson dopo i fallimenti dei suoi predecessori Moyes e il già citato van Gaal. Sono intrappolato nel mio hotel e mi manca la mia famiglia.

Un'intervista del tecnico portoghese sulla nuova esperienza: "Vorrei andare al ristorante, ma non posso". Non so, se trovassi un buon appartamento con un passaggio diretto dal garage all'abitazione forse lo farei. Ma la realtà è che mia figlia compirà 20 anni la prossima settimana, mio figlio 17 tra un paio di mesi. Amici. Hanno un'età per cui è difficile che mi seguano come hanno fatto prima. Per la prima volta, la famiglia vive in maniera diversa. "Cerchiamo di sentirci più spesso, cerchiamo di vedere l'evoluzione dei nostri sentimenti e vedere come affrontare la situazione".

POGBA - "Il problema non è la sua posizione in campo". Non è un problema di moduli.

"Paul è un giocatore fenomenale, ha un potenziale incredibile". L'investimento del club si basa anche sui suoi margini di crescita e la possibilità di poter contare su un top player per i prossimo 7/8 anni. Migliora in continuazione, non ci aspettavamo che arrivasse qua e fosse subito fantastico. Ma a far infuriare l'allenatore di Setubal ci sarebbe altro, ovvero la presenza di una 'talpa' nello spogliatoio.

Il Chelsea ha giocato solo quando doveva ed ha saputo mantenere i reparti sempre molto corti, compatti, senza mai lasciare uno spazio agli ospiti e il sovracitato super Courtois si è regalato il terzo "clean sheet" in campionato. "Sono convinto possa essere un grande difensore centrale viste le doti fisiche, lo stacco imperioso e le ottime qualità di palleggio".