Ancora una notte di proteste contro Trump, 29 arresti a Portland

Ancora una notte di proteste contro Trump, 29 arresti a Portland

Lui ha vinto perché l'establishment, le strutture politiche e chi ne fa parte, non riescono più a stare in contatto con milioni e milioni di elettori che vivono anni di crisi, che hanno perso il lavoro e non si sentono più parte di una società che non risponde alle loro esigenze.

Trump ha dichiarato di non volere lo stipendio che gli spetterebbe in qualità di presidente degli Stati Uniti d'America, che prevedere un importo annuale di ben 400.000 dollari - il secondo stipendio presidenziale più alto del mondo, come abbiamo specificato descrivendo quanto guadagna il presidente degli Stati Uniti. Sulla East Coast, manifestazioni si sono tenute a Washington, Baltimora, Philadelphia e New York, mentre sulla West Coast i dimostranti sono scesi in piazza a Los Angeles, San Francisco e Oakland in California, quindi a Portland, in Oregon, uno dei centri più accesi della contestazione. Telefonata di auguri della cancelliera tedesca, Angela Merkel, che ha detto di voler lavorare con Trump a partire dai comuni valori che uniscono strettamente i loro due Paesi. Prima delle elezioni, la campagna di Trump ha rifiutato il supporto di un giornale del Kkk. Ora i manifestanti di professione, incitati dai media, stanno protestando. "L'era dello Stato palestinese è finita", ha aggiunto Bennett. La polizia ha minacciato di arrestare chiunque si allontani dall'area concessa per la manifestazione. In queste ore si dirà e leggerà di tutto, online e offline. A Los Angeles, Denver e Minneapolis la polizia ha dovuto chiudere temporaneamente le interstatali per permettere il passaggio dei manifestanti. L'informazione indipendente che ha senza eccezioni avversato Trump potrebbe trovarsi a difendersi dagli attacchi provenienti dalla nuova amministrazione. Ma ha confermato che il paese non ha intenzione di pagare per la costruzione del muro. Il voto del collegio elettorale si terrà il 19 dicembre e il suo voto determinerà il risultato finale delle elezioni presidenziali.

Che previsioni fare, a questo punto? Portland sta vivendo il terzo giorno di manifestazioni dopo la vittoria del repubblicano alle elezioni. Su change.org, la petizione spiega: "Trump è inadatto a servire", con cui i firmatari chiedono ai membri del collegio elettorale degli Stati Uniti di votare per Hillary Clinton, consegnando quindi alla democratica la presidenza Usa. Vladimir Putin ha inviato subito le sue congratulazioni salutando la vittoria di Trump come il trionfo dell' "uomo del popolo".

Sembra che il Nuovo Presidente degli Stati Uniti stia alimentando tanto malcontento.