Pisa, caso di meningite in bimba di 9 anni: ricoverata

Pisa, caso di meningite in bimba di 9 anni: ricoverata

"La chiusura non è necessaria perchè il batterio responsabile della meningite - si legge in una nota dell'Asl Toscana Nord-Ovest - si trasmette esclusivamente per contatto diretto e non sopravvive fuori dal corpo umano se non per pochi secondi".

A renderlo noto è il comune di Cascina (Pisa), dove vive la bimba che al momento è ricoverata nel reparto di pediatria dell'ospedale Santa Chiara di Pisa e si trova in buone condizioni.

L'igiene e sanità pubblica della ASL ha già rintracciato e iniziato la profilassi a chi è entrato in stretto contatto con la bambina: i familiari, i compagni dell'istituto onnicomprensivo Galilei di Cascina e i compagni del corso di nuoto della piscina Comunale di Cascina.

La profilassi per il caso di meningite che ha colpito la bambina di 9 anni a non prevede la chiusura della scuola né della piscina frequentate dalla piccola.

Per la profilassi è sufficiente recarsi al dipartimento di prevenzione della ASL in Galleria Gerace a Pisa (accanto alla Media World) o dal proprio medico di famiglia o pediatra di libera scelta. L'afflusso è stato così alto che i 250 flaconi di scorta sono stati integrati da altri 140 recuperati alla farmacia dell'ESTAR, in Versilia e a Livorno, un sistema a rete che anche in questo caso ha funzionato.

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il dipartimento di prevenzione al numero 050-954403.