Cecina, ragazza in rianimazione: è meningite

Il laboratorio dell'ospedale Meyer di Firenze ha confermato infatti la diagnosi di sepsi da meningococco di tipo "C" per la ventenne residente a Cecina e attualmente ricoverata in rianimazione all'ospedale di Livorno. Io rinnovo ancora una volta il mio appello a fare il vaccino. Intanto come previsto dal protocollo sono state avviate da parte del servizio di Igiene pubblica del dipartimento di prevenzione di Livorno e Cecina tutte le procedure di profilassi, in particolare sono sottoposti a terapia antibiotica i familiari e sia le persone che nei giorni scorsi hanno avuto contatti stretti con la ragazza. L'assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi ha però rivelato che "dalle ultime verifiche sembra che non fosse vaccinata e questo è un nuovo allarme che ci induce ad invitare tutti davvero a vaccinarsi".

Dall'inizio del 2015 ad oggi, in Toscana sono 56 i casi di meningite da meningococco C: 31 nel 2015, 25 nel 2016. "Voglio ricordare che la Regione ha prolungato la campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco C fino al 31 marzo 2017".

Dall'ospedale di Livorno hanno informato che la giovane di 20 anni colpita da meningite tipo C sta meglio ma per adesso rimane ancora in osservazione nel reparto di rianimazione.

Nel 2016 ad oggi i casi notificati complessivamente sono 34: oltre a quelli del ceppo C, 6 B, 1 W, 1 X, uno non tipizzabile. I decessi quest'anno sono stati tutto per il meningococco di tipo C.

Al 31 ottobre, risulta che abbia aderito il 77% dei pediatri di famiglia e l'85% dei medici di medicina generale. Per quanto riguarda i nuovi nati (che non rientrano nella campagna straordinaria di vaccinazione), a 24 mesi di età (quindi nati nel 2013) risulta una copertura del 91%.(ANSA).