Immagine shock su un pacchetto di sigarette

Immagine shock su un pacchetto di sigarette

Raffaele si è accorto della foto dopo aver comprato un pacchetto di Lucky Strikes e aver osservato la scatola. Per completezza di informazioni però bisogna dire che qualche giorno fa la foto era stata rivendicata anche da un uomo spagnolo di 54 anni di Boiro, in Galizia.

"Invece è mio padre, ne sono sicuro". Ma la denuncia del torinese è soltanto una delle tante: dall'entrata in vigore della normativa Ue sono numerosi quelli che si sono riconosciuti o che hanno riconosciuto in quella foto i propri parenti. Ma anche quella foto è stata usata senza chiedere il permesso a nessuno. E' questo sostanzialmente quanto accaduto al 54enne, il quale si è reso conto che sui pacchetti di sigarette di tutta Europa era presente una sua foto per sensibilizzare i fumatori sui danni provocati dal loro vizio. L'uomo nella fotografia appare su un letto di ospedale, attaccato al respiratore, apparentemente trasfigurato ed agonizzante, peccato che fossero solo gli effetti di un'operazione alla schiena appena subita e non sicuramente al fumo. L'operazione alla schiena di cui parla l'uomo, sarebbe stata eseguita almeno tre anni fa presso l'ospedale di Santiago di Compostela, nel corso della quale gli fu inserita una protesi al titanio. "Tuttavia, abbiamo documenti molto scrupolosi che dimostrano come abbiamo il pieno consenso di tutte le persone ritratte in queste foto", hanno spiegato da Bruxelles. L'uomo si è riconosciuto in una delle immagini choc riportate sui pacchetti, in applicazione della direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo: immagine scattata a sua insaputa e fatta circolare senza la sua autorizzazione. Di certo non è quel signore spagnolo, che pochi giorni fa ha denunciato al mondo che l'immagine ritraeva lui.