Biglia: "Futuro? Non penso al rinnovo, ora è più importante il derby…"

Biglia:

L'argentino Biglia, interviene nella conferenza stampa a Formello, parla di derby, rinnovo e naturalmente di tifosi, nella speranza che Domenica spingano i biancocelesti alla vittoria. Queste le risposte alle domande dei giornalisti presenti in sala.

Come si vince."E' una partita diversa dalle altre". Resta in mente l'ultimo (costato la panchina a Pioli, ndr), una brutta sconfitta, abbiamo tutti voglia di rifarci. "Abbiamo voglia di vincere". Giochiamo con l'avversario della città. Sarà inoltre importante seguire le indicazioni del mister visto che lui conosce molto bene la piazza biancoceleste. Abbiamo qualcosa di più importante da fare. Quando arriverà il momento ne parleremo. Una vera e propria maledizione: in quattro derby giocati ha rimediato 3 sconfitte ed un solo pareggio, con ben 10 gol subiti ed appena 4 fatti.

IL DERBY - "Il primo derby ha un'atmosfera davvero bella, stadio pieno". Sul campo ho imparato che le partite finiscono dopo l'ultimo minuto di recupero. Vogliamo vincere, conta come arriviamo a livello psicologico. "E noi stiamo bene".

FAVORITI - "Io non mi metto a parlare di chi è più forte. Conta la mentalità del gruppo".

E' la Lazio più forte questa?

"Questa è una bella squadra, sta facendo un buon lavoro con ottimi risultati portati a casa. Stiamo lavorando al meglio, il mister ha dato entusiasmo a tutti e stiamo percorrendo una strada bellissima quindi speriamo di continuare così". "Speriamo di non sbagliare".

Il derby a quale gara disputata in passato puoi paragonarla? "Lazio-Roma è un po' come Argentina-Brasile o Argentina-Uruguay: ma a livello di club non ha paragoni".

I GIOVANI - "Loro ne hanno già giocati tanti in Primavera". Hanno voglia, entusiamo, non è una partita normale, è troppo importante per noi e i tifosi.

Oggi ci saranno i cancelli aperti per i tifosi. Speriamo di vederli oggi tutti qui e di ringraziarli domenica in campo. Lo stadio pieno è un uomo in più, soprattutto consocendo i tifosi laziali, che sono tifosi di cuore.

CAPITANO - "Particolare la fascia nel derby". Ai direttori di gara auguro il meglio, anche perché non è mai facile. Se facciamo questo al massimo possiamo vincere.

Si vince più con il cuore o con la testa? Vincere una partita così giocando male è difficile, vorrebbe dire non mettere in campo il massimo per portare a casa i tre punti. Se si gioca male, significa che non si fa quello che abbiamo in testa.

"Siamo pronti per questo derby".

Nei derby precedenti gli arbitri vi hanno spesso sfavorito.