Flavia Roncalli studentessa napoletana fuori sede muore a Milano di meningite

Flavia Roncalli studentessa napoletana fuori sede muore a Milano di meningite

Entrambe frequentavano lo stesso laboratorio. Un'altra profilassi è invece in atto al Niguarda sulle persone che sono venute lì a contatto con la studentessa morta, ma anche altri che hanno avuto contatti con lei e di conseguenza sono andate in ospedale. Ma secondo gli esperti tra i due casi non ci sarebbe alcun nesso.

In Lombardia è il secondo caso di meningite, mentre in Toscana sono già diversi i casi registrati, molti dei quali sono risultati poi mortali per le persone che hanno contratto la malattia. L'ultima terribile vicenda, che nelle ultime ore sta destando parecchia preoccupazione, vede come protagonista una giovane di soli 24 anni, studentessa di Chimica della Statale di Milano, il cui cuore ha smesso di battere per sempre pochi giorni fa, precisamente lo scorso mercoledì 30 novembre 2016 proprio a causa della malattia sopra citata ovvero la meningite. Intanto però 120 persone che sono state esposte all'eventuale contagio sono state contattate dall'Asl e sottoposte alla profilassi in via precauzionale. ATS in questo senso è stata chiara: il dottor Giorgio Ciconali che dirige il servizio di Igiene pubblica dell'ATS ha dichiarato che: "Solo chi ha avuto contatti ripetuti e ravvicinati con la ragazza deve essere sottoposto alla profilassi". La certezza che la studentessa sia morta a causa di una meningite è arrivata alle 17 di ieri, dopo due test di conferma fatti dai medici dell'ospedale di via Zubiani. Ma Ciconali ha voluto comunque precisare che si tratta di un fatto eccezionale che sta lasciando senza parole molte persone ma, sottolinea "al momento, comunque, non ci sono elementi per legare i due casi".