Regno Unito. Vegani in rivolta contro le 5 sterline al grasso animale

Regno Unito. Vegani in rivolta contro le 5 sterline al grasso animale

Vegani contro la Banca d'Inghilterra: le nuove banconote da 5 sterline contengono grasso animale. Anche nel prossimo anno sono previste nuove banconote. Già dalle prime settimane dopo la loro introduzione, tuttavia, diverse persone hanno cominciato a lamentarsi perché le nuove banconote non funzionavano sempre bene nelle macchinette e a postare sui social network foto di quello che succedeva se ce ne si dimenticava una nell'asciugatrice.

Il ministero del Tesoro ha ammesso che le banconote da cinque sterline con stampato il volto di Winston Churchill, messe in circolazione il mese scorso, contengono sego, in inglese "tallow", il grasso che circonda gli organi interni dei bovini, usato per candele e saponi. Secondo la Banca d'Inghilterra, le nuove banconote saranno più pulite, più resistenti e più difficili da contraffare, dato che la loro produzione richiederà una procedura più lunga e costosa.

Gizmodo ha cavalcato questa curiosità, riportando l'ira dei vegani d'oltremanica e il fatto che non sono solo quei due stampatori a utilizzare derivati animali nella moneta nazionale. Se verranno raggiunte le 150.000 firme la petizione verrà consegnata alla Banca d'Inghilterra, che non avrà tuttavia nessun obbligo di prenderla in esame.

Innovia film, intanto, la società che ha realizzato le innovative banconote da 5 sterline ha spiegato che le resine impiegate contengono meno dell'1% degli additivi "comunemente usati nell'industria della plastica" comprese "minuscole tracce" di sego.

"Rimuovetele immediatamente dalla circolazione, sono un'offesa e una sciagura per tutti i vegani e i vegetariani", tuona invece Clive Shrubsole, mentre Atina si dice "orripilata dallo scoperta di qualcosa di così agghiacciante".