Tragedia Chapecoense, Nivaldo annuncia il ritiro: "Dovevo volare con la squadra"

Tragedia Chapecoense, Nivaldo annuncia il ritiro:

Il bilancio complessivo delle vittime, considerando anche gli altri passeggeri ed i membri dell'equipaggio è pesantissimo: 75 morti e soltanto 6 sopravvissuti. Fra questi uno di un bambino: "una squadra che non ha smesso di salire e che adesso e' in cielo", il riferimento al percorso della Chapecoense che fino a sei anni fa militava in quarta divisione. Trovate le due scatole nere. Un fotoreporter della Reuters, tra i primi a giungere sul posto, ha parlato di decine di corpi coperti da lenzuola e distesi tra i rottami. L'assistente di volo ha detto che l'aereo "è andato fuori completamente" e "sceso bruscamente" prima di subire un "grande impatto" al suolo nella zona di Cerro Gordo de la union, nel dipartimento di Antioquia, in Colombia.

Gerson - Il centrocampista brasiliano, sul proprio profilo Instagram, ha preferito solamente pubblicare la foto dello stemma della squadra brasiliana, allegando l'hashtag #ForcaChape. Anche Miguel aveva una passione per questo sport e aveva conosciuto l'intera squadra della Chapecoense. E' l'idea della società brasiliana illustrata dal vicepresidente Ivan Tozzo che chiede "una camera ardente collettiva nel nostro impianto perché tutte le persone che vogliono testimoniare il loro sostegno possano farlo insieme".

Il club colombiano che avrebbe dovuto affrontare in finale la Chapecoense ha chiesto alla Conmebol di assegnare il titolo in condivisione.

In Brasile, il presidente Michel Temer ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, esprimendo cordoglio alle famiglie degli atleti scomparsi ed esortando il Ministero degli Esteri brasiliano e l'Aeronautica a seguire attivamente lo sviluppo delle indagini.