Strage di civili a Berlino

Strage di civili a Berlino

È quella avvenuta a Berlino, dove la situazione di festa scelta per il vile attentato è stato un mercatino di Natale.

L'ATTENTATO DI BERLINO - Un grosso camion Scania con targa polacca è piombato su un mercatino di Natale del viale principale dello shopping di Berlino, il Kudamm, per andarsi a fermare proprio contro l'albero natalizio. Infatti, sui Social, gli utenti lo ricordano: "Sembrava la scena vista sulla Promenade des Anglais".

L'allarme per possibili attentati ai mercatini di Natale è alto ogni anno e un mese fa sette terroristi sono stati arrestati tra Marsiglia e Starsburgo dove stavano preparando attacchi. Secondo le ultimissime indiscrezioni ci sarebbero "diversi morti, almeno nove, e circa 13'0 feriti".

La tragedia è avvenuta a pochi metri dalla Wilhelm Memorial Church, nella parte Ovest di Berlino. Un secondo uomo che era sull'autocarro è morto nell'urto. Dopo aver falciato le persone che affollavano il mercatino l'autista si è dato alla fuga. Adesso è sotto interrogatorio, anche perché sull'attentato sembra esserci la firma dell'Isis, e dalle prime notizie che trapelano si tratterebbe di un cittadino pakistano o afghano che ad inizio 2016 come profugo aveva ottenuto il permesso di rimanere in Germania dopo essere stato ospitato in un centro di accoglienza a Berlino. Lo ha annunciato su Twitter la Bka, l'Ufficio federale per le indagini criminali.

L'Isis avrebbe rivendicato l'attacco.

Il Tir è di un'azienda di trasporti di Danzica, che dice di aver perso il contatto con il mezzo attorno alle 16 del pomeriggio.

Alle 12 si terrà invece una cerimonia nella cattedrale cattolica St. Hedwig di Berlino, che si trova nella ex zona orientale della città, nei pressi del viale Unter den Linden. Fonti della sicurezza hanno riferito all'agenzia stampa Dpa che l'uomo è stato registrato come richiedente asilo.

Intanto la Cancelliera tedesca Angela Merkel, attraverso il suo portavoce Steffen Seibert, si è detta sgomenta per quanto accaduto.