Vivendi punta al 30% di Mediaset: la scalata che preoccupa Fininvest

Vivendi punta al 30% di Mediaset: la scalata che preoccupa Fininvest

Evidentemente, l'incontro di sabato a Cologno Monzese tra Arnaud de Puyfontaine, ad di Vivendi, e Piersilvio Berlusconi, vice-presidente di Mediaset, non è andato a buon fine. "Vivendi - conclude la nota del gruppo media francese - ricorda che la sua presenza nel capitale di Mediaset è in linea con la volontà del gruppo di sviluppare le sue attività in Europa meridionale e le sue ambizioni strategiche come un grande gruppo internazionale, con sede in Europa, media e dei contenuti". Una nuova mossa ostile che porta il gruppo transalpino ad avvicinarsi sempre di più alla quota di maggioranza della Fininvest. I precedenti top erano stati toccati a 4,07 euro lo scorso 26 maggio, poi l'improvviso dietrofront di Vivendi sull'affaire Mediaset Premium aveva fatto precipitare l'azione fino a 2,23 euro (28 novembre).

Oggi il consiglio di amministrazione Mediaset si riunisce per discutere dell'informativa legata alla recente presa di posizione di Vivendi, ma - stando ad alcune indiscrezioni di stampa - potrebbe anche esaminare il ritorno a Rti dei giornalisti sportivi e di altri dipendenti confluiti nella pay-tv Premium. "Nessun profilo di intervento verrà trascurato", ha ribadito la holding della famiglia Berlusconi, annunciando altre azioni giudiziarie "sul piano sia penale che civile e amministrativo". Una convocazione per i rappresentanti di Vivendi sarebbe già partita e l'audizione si potrebbe tenere prima di Natale.

Proprio oggi Mediaset ha presentato alla Consob un esposto per manipolazione del mercato e abuso di informazioni privilegiate nei confronti di Vivendi.

Dura la reazione di Fininvest secondo cui "Vivendi prosegue in una strategia molto aggressiva che, mossa dopo mossa, non fa che confermare tutte le irregolarità e le gravi violazioni evidenziate da Fininvest nelle denunce e negli esposti presentati alla Procura della Repubblica e alla Consob, con il deposito di adeguata documentazione".

Si conferma prevedibilmente protagonista della mattinata di Piazza Affari il titolo Mediaset, che in avvio di seduta non non è riuscita a fare prezzo per eccesso di rialzo (con un teorico +9%) e dopo ripetute sospensioni registra alle 11.00 guadagni a due cifre dopo le dichiarazioni dei vertici di Vivendi sulla possibile salita al 30% del capitale della società.