Matteo Renzi, Mario Monti e Mario Draghi spiati per anni. Due arrestati

Matteo Renzi, Mario Monti e Mario Draghi spiati per anni. Due arrestati

A spiare questi personaggi sarebbero stati Giulio Occhionero, ingegnere nucleare di 45 anni e la sorella Francesca Maria, di 49 anni, arrestati oggi nell'ambito dell'inchiesta chiamata "Eye Pyramid". Il direttore della polizia Postale, Roberto Di Legami ha spiegato che oltre alle 20mila persone di cui si è accertato lo cyber-spionaggio, "molte di più potrebbero emergerne dall'analisi dei server dislocati negli Stati Uniti e sequestrati grazie alla collaborazione della Cyber Division dell'Fbi".

In un'indagine coordinata dalla procura di Roma e condotta dalla Polizia postale, è emerso che Giulio Occhionero e la sorella Francesca Maria, spiavano figure istituzionali di un certo livello.

Ma in mano ai due fratelli c'era un database che conteneva un elenco di 18.327 username (il nome con cui un utente viene riconosciuto online) di cui 1.793 corredate da password e catalogate in 122 categorie denominate 'Nick' che indicano la tipologia di target (politica, affari, etc...) oppure le iniziali di nomi e cognomi. L'accusa è di aver rubato notizie sulla sicurezza dello Stato, accesso abusivo a sistema informatico aggravato ed intercettazione illecita di comunicazioni informatiche e telematiche.

Matteo Renzi, Mario Monti e Mario Draghi spiati per anni. Due arrestati
Matteo Renzi, Mario Monti e Mario Draghi spiati per anni. Due arrestati

L'attività di dossieraggio andava avanti da anni "e non era mai cessata come testimonia il dato che durante tutto il periodo di osservazione compiuto dagli operanti e dai loro ausiliari il malware era oggetto di continua evoluzione". L'indagine è stata avviata dopo che al Cnaipic è stato segnalato l'arrivo di una mail, indirizzata a un amministratore di un'infrastruttura critica nazionale, contenente il malware.

Nel mirino della rete occulta, una galassia di soggetti che a vario titolo gestiscono la funzione pubblica, ovvero interessi delicati, e quindi in possesso di informazioni particolarmente sensibili e strategiche, o di particolare valore per chi opera in determinati ambiti finanziari. Tra gli osservati dall " Occhio della Piramide' gli appartenenti ad una loggia massonica, archiviati sotto la sigla 'Bros' (fratelli) in una cartella piazzata in una delle numerose drop zone all'estero. L´indagine ha permesso anche di ricostruire un complesso scenario fatto di societa' "a scatole cinesi" nazionali e straniere, usate come paravento per l´acquisizione, in via anonima, di servizi informatici all´estero. E proprio il concreto pericolo di una fuga degli indagati, titolari di diverse attività fuori confine, ha infatti determinato l'emissione delle misure cautelari da parte del Gip romano.

Finanza, Saverio Capolupo. Ed ancora Piero Fassino, Paolo Bonaiuti, Mario Canzio, Vincenzo Fortunato, Fabrizio Cicchitto e Ignazio La Russa.