Yahoo non cambierà il proprio nome in "Altaba"

Yahoo non cambierà il proprio nome in

Insomma, è il crollo di un piccolo impero, annunciato dall'azienda con sede a Sunnyvale tramite un documento ufficiale presentato alla Securities and Exchange Commission degli USA. Il presidente di Altaba sarà Eric Brandt, ex direttore finanziario di Booadcom.

Rivoluzione Yahoo!. Appena sarà conclusa la cessione delle attività internet a Verizon, il colosso tecnologico statunitense cambierà nome e trasformerà anche il board della società. Yahoo nel 2000 valeva 125 miliardi di dollari, Facebook non esisteva nemmeno e Mark Zuckerberg aveva 16 anni.

L'avvento degli altri colossi del web come Google ha fatto però cadere negli ultimi anni costantemente la stella di Yahoo!. Nel 2008 rifiutò l'acquisizione di Microsoft, che offriva 44,6 miliardi di dollari.

Secondo indiscrezioni circolate quattro mesi fa, Marissa Mayer godrebbe di un "paracadute d'oro".

Non sarà solo il nome Yahoo a trasformarsi in Altaba - una sorta di mescolanza tra Alibaba e "Alternate", ossia "Alternativa". L'accordo è stato messo a rischio dopo l'emergere degli attacchi hacker alla rete di Yahoo a settembre e dicembre che hanno colpito un totale di 1,5 miliardi di utenti. Verizon lascia indietro la partecipazione di Yahoo in Alibaba e Yahoo Japan. La società fornitrice di servizi Internet sta iniziando una vera e propria rivoluzione interna.

Yahoo appare invece convinta di riuscire a chiudere un'operazione che riguarda siti come Yahoo Sport, Yahoo Notizie e Yahoo Finanza, ma anche il motore di ricerca omonimo, il servizio di email, la piattaforma per immagini Flickr e il blog Tumblr.

Yahoo addio, arriva Altaba - La vita di Yahoo è giunta al termine.