Chi è Francesca Maria Occhionero, indagata per spionaggio con il fratello Giulio

Chi è Francesca Maria Occhionero, indagata per spionaggio con il fratello Giulio

Residenza a Londra, domicilio a Roma. La 48enne cittadina americana, dopo una laurea e un dottorato in chimica, è diventata una manager e negli ultimi 15 anni, si legge sul suo profilo LinkedIn, ha ricoperto "ruoli direzionali all'interno di diverse società e in consigli di amministrazione, occupandosi e maturando quindi esperienza sia nei settori tipicamente connessi allo start up di nuove aziende, alla gestione aziendale in genere (gestione del personale, dell'amministrazione, del contenzioso - legale, societario, amministrativo e giuslavoristico) che in quelli più direttamente legati alla gestione delle relazioni con la clientela". Una donna con passioni e capacità diversificate (parla inglese e arabo), runner appassionata con tempi ottimi in maratone e corse competitive. Fonti investigative, citate da TgCom, descrivono Giulio Occhionero come un soggetto particolare, che per anni ha condotto una vita quasi monastica con ridotte frequentazioni e poca socialità, prima di diventare una presenza nota nei "salotti che contano". Laureato in ingegneria nucleare, si dedica alla creazione di un algoritmo per la finanza: da qui parte la sua iniziale fortuna. Secondo quanto risulta alle autorità, Giulio Occhionero era in contatto con con gli ambienti della massoneria italiana della loggia 'Paolo Ungari - Nicola Ricciotti Pensiero e Azione' di Roma. E tra i nominativi presenti nel database sequestrato vi sono proprio "elementi di vertice della massoneria italiana".

Dall'ordinanza di custodia cautelare emerge lo stretto rapporto tra i due fratelli e il loro forte senso di protezione nei confronti dell'anziana madre. Lui nega di aver fatto alcunché di illecito, aveva questi server all'estero per il suo lavoro, gli indirizzi che aveva sull'agenda sono indirizzi che possiamo avere tutti noi sul computer.

E' un esponente della massoneria Giulio Occhionero, l'ingegnere nucleare arrestato a Roma insieme alla sorella Francesca Maria con l'accusa di aver creato una centrale di cyberspionaggio per monitorare istituzioni, pubbliche amministrazioni, studi professionali, imprenditori, politici di primo piano e "fratelli massoni".