Doodle Google, Festa del Papà 2017

Doodle Google, Festa del Papà 2017

In occasione della festa del papà che verrà celebrata domani 19 marzo, le classi dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Biancavilla hanno colto l'occasione per festeggiarlo oggi, presso il campetto della chiesa Santissimo Salvatore. Una ricorrenza nata negli Stati Uniti nel 1908 a opera della signora Sonora Smart Dodd che, spinta da un sermone ascoltato proprio nel giorno della festa della mamma, decise di introdurre nella sua comunità la celebrazione della figura paterna. In molti Paesi la ricorrenza è fissata per la terza domenica di giugno, ma volendo si può festeggiare anche l'ultima domenica di luglio. Intorno a quel periodo, alcuni ordini religiosi cominciarono a osservare la sua festa il 19 marzo, che secondo la tradizione sarebbe il giorno della sua morte. San Giuseppe è anche considerato l'ultimo patriarca della Bibbia dai cattolici. In altre aree la festa coincide con la festa di fine inverno: come riti propiziatori, si brucia l'incolto sui campi da lavorare e sulle piazze si accendono falò da superare con un balzo.

In territorio siciliano oltre a degustare tali prelibatezze si invitano i poveri a pranzo.

Di san Giuseppe non si sa moltissimo: ne parlano soprattutto i Vangeli di Matteo e di Luca, quelli che dicono più cose sull'infanzia di Gesù. L'istituzione dell'altra festa cattolica a lui dedicata, san Giuseppe Artigiano - il primo maggio - è solo del 1955, in risposta alla festa dei lavoratori che aveva origini sindacali e socialiste. Sono realizzate con pasta simile ai bignè, di forma schiacciata, e possono essere fritte o al forno; al di sopra viene posta di norma crema pasticcera e marmellata di amarene.