Festa del Papà 2017, ecco perché la festeggiamo

Festa del Papà 2017, ecco perché la festeggiamo

In molti Paesi la ricorrenza è fissata per la terza domenica di giugno, ma volendo si può festeggiare anche l'ultima domenica di luglio. Una ricorrenza nata negli Stati Uniti nel 1908 a opera della signora Sonora Smart Dodd che, spinta da un sermone ascoltato proprio nel giorno della festa della mamma, decise di introdurre nella sua comunità la celebrazione della figura paterna.

Il culto di San Giuseppe ha origini che risalgono all'alto medioevo e si è diffuso in tutto l'occidente nel secolo 14esimo.

Oggi, 19 marzo, si celebra la Festa del Papà: ecco quindi una classifica dei 5 migliori padri dell'universo Disney e Pixar!

Nel nostro paese la festa è una consuetudine del 19 Marzo come in altri paesi dalla lunga tradizione cattolica.

La tradizione gastronomica nostrana prevede la preparazione dalle zeppole di San Giuseppe, ciambelle di pasta choux guarnite con un ciuffo di crema pasticcera ed un'amarena. San Giuseppe è invocato per trovare un impiego ma anche per ottenere una buona morte. Celebrata dal 1968, in concomitanza con la festività di San Giuseppe, il padre putativo di Gesù, modello del padre e del marito devoto che nella tradizione popolare, oltre a proteggere i poveri, gli orfani e le ragazze nubili, in virtù della sua professione è anche il protettore dei falegnami.

"Alla fine di tutti i padri padroni della Bibbia, Giuseppe è il padre che non minaccia, che non maledice, che non disereda e non cospira, è il padre che si lascia cancellare così: dopo avere sposato una vergine, dopo averne accudito il figlio, dopo averlo nascosto in Egitto, riportato in Galilea, dopo avergli forse insegnato un mestiere, quando non ha avuto più nulla da dare al figlio suo, lo ha lasciato andare".