La stampa francese annuncia il passaggio dei cantieri navali Stx a Fincantieri

La stampa francese annuncia il passaggio dei cantieri navali Stx a Fincantieri

Fincantieri avrà circa il 48% dei cantieri navali Stx di Saint-Nazaire, con la fondazione Cr Trieste che prenderà una quota del 5-6%.

Il governo francese, restio a vedere il gruppo italiano detenere da solo più del 50% dei cantieri navali francesi, aveva considerato la nazionalizzazione di Stx France ma adesso ha scartato questa opzione, secondo il quotidiano.

Anche Dcns dovrebbe entrare nel capitale, come sostiene Le Monde.

Quello di Fincantieri è solo l'ultima "conquista" italiana in terra francese. Lo stesso Leonardo Del Vecchio sarà il presidente esecutivo della società, con l'attuale amministratore delegato di Essilor, Hubert Sagnieres, vice presidente esecutivo. Da qui l'accordo per l'acquisto di una quota minoritaria da parte del gruppo cantieristico italiano. Per riuscirci si intende puntare con decisione sulla complementarietà dei rispettivi segmenti di consumo, dato che Lavazza (1,473 miliardi di fatturato nel 2015) è già tra i marchi leader in Francia nel mercato fuori casa e Carte Noire (circa 250 milioni di ricavi all'anno) in quello domestico.

I rapporti tra Roma e Parigi sarebbero quindi regolati da un nuovo patto parasociale per 12 anni che garantirebbe al governo francese una serie di prerogative rafforzate rispetto all'intesa con i coreani di Stx (che controllano al momento Stx France). Intanto il 2016 si è archiviato con un fatturato di oltre 1,72 miliardi di euro (dai poco meno di 1,66 miliardi dell'anno prima) e un Ebitda di 405,3 milioni (da 380,1 milioni).