Jorginho è tornato: Napoli è unica "E vogliamo il secondo posto"

Jorginho è tornato: Napoli è unica

Sto lavorando a questo mio limite, spero di superarlo, ma è bello anche servire i compagni: l'abbraccio di Mertens dopo l'assist con l'Udinese è stato molto bello. Sono riuscito ad indovinare quel passaggio lì, anche grazie al movimento di Hamsik che avevamo provato in settimana: "è un lavoro di squadra". Nelle ultime ore ci sono state le solite voci di mercato attorno al brasiliano, ma a quanto pare il playmaker non lascerà il club. Cioè, quando la squadra riesce ad esprimere al meglio l'idea di gioco di Sarri le sue qualità vengono tutte fuori e ne trae enorme beneficio la squadra. "Andremo oltre però, dovremo essere più pronti e più cattivi per vincere la partita".

Sull'obiettivo: "Vogliamo la Champions, dobbiamo passare da Sassuolo e pensiamo solo a domenica e a vincere questa partita". Sto bene, ma devo ancora migliorare: ho 25 anni e si può crescere anche a 35.

VINCERE A NAPOLI - "In questo momento penso soprattutto a vincere a Napoli: non è come vincere da altre parti".

Su Allan e Zielinski: "Sono due calciatori diversi, ma mi trovo bene con entrambi". Non è la stessa cosa: amo moltissimo questa città, mio figlio è napoletano e la porterò sempre nel cuore.