Serie A Udinese, Del Neri: "Pari meritatissimo"

Serie A Udinese, Del Neri:

Un punto per parte tra Udinese ed Atalanta, che chiudono sull'1-1 l'anticipo del mezzogiorno della quartultima giornata di serie A. Un risultato che avvicina ulteriormente il traguardo dell'Europa League per i bergamaschi e che accontenta anche la squadra di Delneri, autrice di una prestazione molto volitiva. L'aggancio al quarto posto è rimandato. Abbiamo avuto un calo nel secondo tempo come contro la Juventus, ci è mancata la lucidità per far bene.

E subito dopo, con il tiro dalla bandierina di De Paul, insidioso, che per poco non sorprende direttamente il portiere dell'Atalanta sul suo palo.

"Io non so niente, sono cose che non mi competono".

Gigi Delneri manda in campo la sua squadra con un 4-3-3 che vede Felipe, Danilo, Widmer e Adnan a protezione di Karnezis. La squadra di Gasperini era andata in vantaggio alla Dacia Arena ma non è riuscita a resistere alle offensive dell'Udinese che con Perica ha pareggiato la rete di Cristante.

Eppure il match aveva preso una bella piega per l'Atalanta, in vantaggio a metà primo tempo con la capocciata di Cristante che non ha lasciato scampo a Karnezis.

Del Neri è costretto a rinunciare inizialmente all'acciaccato Thereau, che comincia in panchina, e opta per un 4-4-2, Adnan terzino sinistro, De Paul e Jankto esterni di centrocampo, Perica al fianco di D.Zapata in avanti; Gasperini si affida al classico 3-4-2-1, squalificati Conti e Freuler, assente Kessie, esterno destro gioca Raimondi, attacco affidato a Kurtic e Gomez alle spalle di Petagna.

Al pari di mister Gasperini, l'allenatore friulano ha dato spazio a molti giovani che con la loro qualità di gioco hanno attirato l'attenzione delle grandi squadre sia italiane che straniere.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Raimondi (46' D'Alessandro), Cristante, Grassi, Spinazzola; Kurtic (56' Bastoni); Gomez (63' Mounier), Petagna.