Nel 2018 arriva la carta di circolazione unica, è ufficiale

Nel 2018 arriva la carta di circolazione unica, è ufficiale

Il Consigli dei Ministri ha dato l'ok al decreto.

All'unico documento corrisponderà inoltre una tariffa unica.

Dal primo luglio 2018 nascerà la carta di circolazione unica per auto e moto.

Addio dal 1 luglio 2018 al certificato di proprietà e il libretto di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi: al loro posto arriverà il documento unico di circolazione. "Manterranno validità le carte di circolazione rilasciate anteriormente all'entrata in vigore del decreto ed anche quelle rilasciate successivamente, fino al 1° luglio 2018", precisa Palazzo Chigi.

Attualmente è necessario rivolgersi all'ACI per il certificato di proprietà, invece, alla Motorizzazione per il libretto di circolazione del veicolo.

Il documento unico di circolazione sostituirà l'attuale carta di circolazione del veicolo, rilasciata dalla Motorizzazione Civile, e il certificato di proprietà del veicolo rilasciato dal Pubblico Registro automobilistico (Pra), come già avviene negli altri Paesi europei. Con una nota congiunta, nella quale chiarivano come "le disposizioni riguardanti il documento unico non contengono alcun presupposto che giustifichi la perdita del posto di lavoro da parte dei dipendenti" della società. Il tutto nell'ottica di una "semplificazione amministrativa nella gestione delle banche dati stesse". Tutti i risparmi saranno destinati a ridurre i costi per l'utenza.

Di unire il PRA e la Motorizzazione se ne parla da decenni, anche perché si tratta di una situazione unica in Europa. Solo attraverso questa iscrizione, infatti, l'intestatario del veicolo al momento diventa proprietario.