Blue Whale, indagata 20enne milanese per contatti con 12enne romana

Blue Whale, indagata 20enne milanese per contatti con 12enne romana

E' ufficiale: "Blue Whale", il "gioco" virtuale che spinge i ragazzini ad atti di autolesionismo e persino ad uccidersi, è arrivato a Milano in Italia.

Dopo il recente sequestro del notebook e del telefono dell'indagata e l'acquisizione del cellulare della vittima, nei prossimi giorni si terrà un accertamento irripetibile per stabilire il tipo di messaggi inviati e se davvero siano stati spediti dall'indagata.

Il suo è solo uno dei tanti fascicoli che si sono accumulati sul tavolo per magistrato nelle ultime settimane. E capire se si tratti o meno di "Balena Blù" (un fenomeno su cui gli stessi inquirenti, tra l'altro, nutrono forti dubbi), o soltanto di emulazione dopo il boom di notizie sull'argomento o di disagio giovanile. Le segnalazioni sono arrivate soprattutto da genitori e insegnanti, preoccupati.