Corpus Domini: messa di Accrocca al Duomo

Corpus Domini: messa di Accrocca al Duomo

La solennità del Corpus Domini è una festa religiosa che chiude il ciclo pasquale. Una tradizione questa che si rinnova e si trasmette di padre in figlio.

La messa è stata celebrata nella chiesa di San Francesco da monsignor Luigi Marrucci, vescovo della diocesi Civitavecchia-Tarquinia. Dopo aver ottenuto il parere favorevoli dei teologi, il direttore spirituale della Beata Giuliana ottenne parere favorevole e nel 1246 venne fissata la data della festa del Corpus Domini il giovedì dopo l'ottava della Trinità. Una manifestazione che coinvolge centinaia di volontari, i quali già da venerdì inizieranno a preparare i materiali e sabato notte, quando il centro di Bracciano, verrà chiuso al traffico automobilistico, in tanti si inginocchieranno sui san pietrini ed inizieranno a disegnare i quadri devozionali, che verranno progressivamente riempiti fino alle prime luci dell alba. Un tema, anzi un verbo in particolare ha utilizzato il Pontefice, ovvero: Ricordati. "La memoria è importante, perché ci permette di rimanere nell'amore, di ri-cordare, cioè di portare nel cuore, di non dimenticare chi ci ama e chi siamo chiamati ad amare". Si gira pagina in fretta, voraci di novità ma poveri di ricordi. Andrea Bernardi, detto il Novacula, barbiere erudito, nelle sue "Cronache" narra che il 17 giugno 1484 "fu fata per la nostra comunità de forlivio e fu una ecelente e digne cosa".

Continuando, Papa Francesco ha poi proseguito parlando proprio della giornata odierna ovvero del Corpus Domini.

Oggi noi celebriamo la realtà umana e divina del Verbo fatto carne ed anche quella del suo corpo crocifisso e risorto che ci mantiene in comunione con Lui. Gesù ci dona un cibo capace di saziare la nostra fame più profonda, anzi è Lui stesso il pane vivo che dà la vita al mondo. "Inizia con l'Eucaristia perché dall'Eucaristia si riaccende continuamente il fuoco della Missione". Il suo scopo è quello di celebrare la reale presenza di Cristo nell'Eucaristia.

"L'Eucaristia non è un sacramento 'per me' - ha spiegato il Papa ai fedeli - è il sacramento di molti che formano un solo corpo". È inoltre il sacramento dell'unità. Subito dopo si svolgerà la Processione Eucaristica che, percorrendo via Merulana, raggiungerà la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Nella celebrazione eucaristica domenicale, vengono sintetizzati e resi pubblici con il grande dono della festa del Corpus Domini, con le splendide processioni - caratterizzate da artistiche infiorate segno di profonda adorazione per il "Corpo di Cristo" - in cui l'Eucarestia viene condotta attraverso le abitazioni degli uomini.