Dimentica la moglie alla sosta

Dimentica la moglie alla sosta

Preso dal panico ha chiamato i carabinieri: "Ho perso lungo il tragitto mia moglie e non posso chiamarla perché il suo cellulare è rimasto nel bauletto della moto".

La vicenda sembra incredibile eppure è reale.

In realtà, per fortuna, la donna non è mai caduta dalla moto.

C'è voluto il tempo per percorrere 40 km per far si che l'uomo si rendesse conto che dietro di lui non c'era più la moglie. I due stavano facendo un giro in moto e avevano fatto una sosta a Moncalvo d'Asti. Il motociclista era convinto di aver perso la moglie e si immaginava lo scenario peggiore, chiedendo aiuto ai Carabinieri perché facessero il percorso al contrario. Prima che le operazioni portassero i loro frutti, però, è giunta infine la chiamata da parte della moglie, che si era fatta prestare il cellulare da uno sconosciuto: "Sei partito senza di me. Mi hai lasciato a Moncalvo d'Asti", le parole che - come facilmente si può intuire - non devono essere state dai toni affettuosi e consolatori. Il marito l'avrebbe dimenticata nel parcheggio: infilato il casco, sarebbe partito senza accorgersi, per 40 chilometri, di averla dimenticata. L'uomo è immediatamente ripartito per recuperarla.