Milan, Fassone: "Spiraglio per Donnarumma"

Milan, Fassone:

"Su Donnarumma francamente non credo che abbiamo sbagliato qualcosa".

"Ho sentito Raiola ieri (domenica, ndr), mi ha anticipato i temi della conferenza".

I grandi dubbi sul closing derivanti dalla difficoltà del presidente Li Yonghong nel racimolare i capitali necessari per acquisire il Milan nei tempi concordati, i rinvii, la necessità di richiedere un finanziamento al fondo statunitense Elliot sono oggettivamente passi inusuali per chi ha l'ambizioso obiettivo di riportare il Milan nel calcio che conta così come il rinvio al prossimo autunno dell'approvazione del "voluntary agreement" presentato da Marco Fassone all'Uefa per ridefinire i paletti del Financial Fair Play per il piano di rilancio del nuovo Milan non fanno altro che innescare il dubbio sulla solidità del progetto e sulla credibilità degli interlocutori cinesi. L'ad del Milan difende a spada tratta il lavoro del ds Massimiliano Mirabelli chiamato in causa da Raiola: "Lavoro con Mirabelli da anni e nessuno mi ha mai contestato un atteggiamento minaccioso da parte sua, lo ha fatto Raiola per la prima volta". Credo che le possibilità siano poche ma mai dire mai.

"Il 3 luglio inizia la nuova stagione e non vorremmo avere in rosa giocatori in scadenza che potrebbero avere troppi pensieri in testa".

Appuntamento dunque alle ore 17 per provare a risolvere una volta per tutte l'ormai famigerato caso Donnarumma, a meno che la società rossonera non voglia in qualche modo rispondere pubblicamente alle dichiarazioni del potente procuratore. "Sono curioso di capire quando partirà il mercato dell'Inter". È un grande dispiacere, c'è amarezza perché per noi era la persona giusta su cui ricostruire il Milan. Noi saremmo felici di riabbracciarlo e ci ripensasse e sono sicuro che anche la tensione con i tifosi scomparirebbe.

MIRABELLI GRANDE MANAGER, AL MILAN TUTTI UNITI - "Conosco Mirabelli da tanto tempo, un manager di alto livello di qualità che non scende a compromessi, sono totalmente vicino a lui, tutto quello che fa è sempre concordato con la società, se Raiola vuole creare l'idea di un Milan a due velocità è un tentativo fuori strada, respingo le sue critiche". In questo momento Mirabelli sta valutando una lista ampia di portieri.