Parma, Lucarelli: "Mi piacerebbe continuare"

Parma, Lucarelli:

In un week-end in cui l'affascinante capoluogo della regione Toscana è stato la capitale del calcio, con la finale juniores vinta dai romani del Tor di Quinto (5-3) sui comaschi del Fenegrò, l'Alessandria alza per la terza volta, quest'anno, bandiera bianca rimandando i suoi sogni di gloria alla stagione prossima. Lucarelli resterà al Parma? "L'assillo era vincere, portare a casa il risultato", ha concluso il direttore sportivo del Parma Daniele Faggiano. Queste le sue parole: "Mi piacerebbe continuare, però mi sono preso qualche giorno di tempo per fare la scelta giusta, che sia condivisa anche con la società - ha spiegato il capitano del Parma a Radio 1 -". Il pubblico non ci ha mai abbandonato.

"Noi in Serie A?" Il Palermo soprattutto cercherà di mantenere l'ossatura della squadra proprio per non restare per anni invischiati in Serie B. Ma se le squadre scese quest'anno in Serie B puntano a risalire immediatamente, lo stesso si può dire delle altre tre neopromosse. Vogliamo essere competitivi. Se non ci arriviamo, pazienza. A Parma - aggiunge - non ci sono le condizioni per combine: in Lega Pro molte società falliscono, molti giocatori non sono pagati. Per la squadra di D'Aversa si tratta della seconda promozione consecutiva. Poi, spazio per un bilancio e uno sguardo al futuro: "Non so dire se si è fatto un buon lavoro: quando non raggiungi l'obiettivo prevale il rammarico. Ci siamo ricompattati e oggi riscuotiamo con gli interessi: al termine della partita, abbiamo tutti pianto, questo è indicativo".