14 luglio: la Francia è in festa

14 luglio: la Francia è in festa

Nella storia, ha affermato Macron, "abbiamo trovato degli alleati sicuri, degli amici, che sono venuti in nostro soccorso". Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al Journal du dimanche, dopo la visita di due giorni a Parigi dell'omologo americano. E a giudicare dalle dichiarazioni ufficiali sembra che fra Usa e francia l'intesa sia molto meno distante di quanto si potesse immaginare. In campagna elettorale aveva detto chiaro e tondo di considerarla un tentativo fallito di costruire un grande mercato interno in grado di far fronte a quello degli Stati Uniti. Furono 126.000 i militari americani che persero la vita nei combattimenti, 234.000 i feriti.

Ai tempi della sua candidatura Macron ha dovuto affrontare le ironie di chi irrideva la differenza d'età con la moglie (39 anni del neo-presidente contro i 64 della donna), e questo nuovo commento di Trump potrebbe ridare fiato alle trombe dei commentatori più sarcastici. Imprese e città sono chiaramente favorevoli a una decarbonizzazione dell'economia, per cui la decisione di Trump è "molto, molto strana". Aggiungendo a proposito della cena offerta dal presidente francese al ristorante di Alain Ducasse: "Splendida serata ieri con il presidente e la signora Macron". L'America che piace a Macron, quella della Silicon Valley e delle start-up, non è l'America nazionalista di Donald Trump che avrebbe preferito Marine Le Pen all'Eliseo, la candidata di estrema destra battuta dal 'golden boy´ della politica francese alle elezioni dello scorso 7 maggio. "I nostri disaccordi riguardo l'accordo di Parigi sul clima sono legati anche ad impegni di campagna elettorale presi da Trump". Ha ricevuto Putin con tutti gli onori dicendogli anche in faccia le cose che non vanno, soprattutto sui diritti umani, ma certamente con grande rispetto e grande senso di realismo. Oggi che è alla Casa Bianca egli usa con altrettanta destrezza a suo favore del "Russiagate", una montatura che non ha alcuna possibilità di successo. "Sappiamo - ha aggiunto - quali sono i fattori di destabilizzazione, noi vogliamo chiedere ai nostri diplomatici di lavorare in questa direzione ed arrivare ad iniziativa concreta".