Hollywood saluta il premio Oscar Martin Landau, l'attore è morto sabato

Hollywood saluta il premio Oscar Martin Landau, l'attore è morto sabato

Si è spento nella giornata di sabato a 89 anni Martin Landau: l'attore era stato ricoverato presso un ospedale di Los Angeles.

La fama in realtà arriva con la televisione (il pubblico lo conosce negli anni '70 e '80 con le due stagioni di Mission Impossible e le due di Spazio 1999), ma i riconoscimenti sono tutti per le sue performance cinematografiche. Cresce a Brooklyn, figlio di genitori immigrati austriaci di origine ebraica, Morris e Selma Landau. Tornò improvvisamente in auge al tramonto degli anni '80, quando ormai aveva raggiunto i 60 anni di età, con i già citati Tucker e Crimini e Misfatti (ma prese pure parte ad Amanti Primedonne, Silver e Trappola d'amore), finché nel 1994 Tim Burton lo scelse per interpretare un anziano Bela Lugosi, il mitologico attore che per primo negli anni '20 aveva prestato il volto al conte Dracula, nell'eccellente Ed Wood, film ispirato alla storia vera di Edward D. Wood Jr. Nato nel 1928 da padre austriaco, Landau aveva studiato nell'autorevole scuola di recitazione Actor's Studio (di cui in seguito è diventato direttore), nella quale ha conosciuto ed è diventato amico di James Dean. Da quell'audizione furono prese solamente due persone: lui e Steve McQueen.

Tra i suoi primi film, da ricordare quello del 1959, "Intrigo Internazionale", diretto da Alfred Hitchcock. Sempre con la moglie, interpreta la serie televisiva di fantascienza Spazio 1999 (dal 1974 al 1977), anche questo con grande successo.

Landau lascia le figlie Susie e Juliet avute dal matrimonio con Barbara Bain, dalla quale ha divorziato nel 1993, i generi Roy e Deverill, la sorella Elinor, la nipote Aria e il nipote Dylan.