Istamina nel tonno, ritirato il tonno in scatola all'olio di girasole Algarve

Istamina nel tonno, ritirato il tonno in scatola all'olio di girasole Algarve

Ma su una partita di tonno incombe l'allarme del ministero della Salute che invita i consumatori a non mangiare l'alimento perché è a rischio chimico. L'avviso è motivato dalla presenza di livelli di istamina superiori al consentito.

Il prodotto ritirato da tutti i supermercati italiani è il tonno in olio di girasole nella confezione da 80 grammi, in scatole da tre porzioni ciascuna della marca "Algarve".

Il lotto oggetto del ritiro è il numero L1588C, con scadenza 09/2021, commercializzate dalla ditta TRIBEKA srl e prodotto da COFISA Conservas de Pexie da Figu eria S.A. con sede dello stabilimento a Terrapleno do Porto de Pesca, Gala 3080-801 Figueira da Foz Portugal. Il rischio è legato a possibili reazioni allergiche definite anche "gravi". Si tratta pertanto di un indicatore di cattiva conservazione che può provocare la cosiddetta sindrome sgombroide.

L'istamina è una sostanza tossica che si forma dalla degradazione dell'istidina, un amminoacido abbondante nel tonno, sgombri e altri pesci della stessa famiglia, quando questi vengono mal conservati. Può provare anche difficoltà a deglutire, nausea, vomito e diarrea. E' particolarmente insidiosa, poiché spesso non viene diagnosticata correttamente essendo confusa con una normale allergia alimentare.

La sindrome sgombroide è il secondo tipo più frequente di intossicazione da prodotti ittici, dopo la ciguatera.