Omicidio Caccia - Schirripa 'Io terrone e capro espiatorio'

Omicidio Caccia - Schirripa 'Io terrone e capro espiatorio'

Agenpress - E' Rocco Schirripa l'assassino del procuratore di Torino Bruno Caccia, ucciso a colpi di pistola in via Sommacampagna la sera del 26 giugno 1983.

Il pm Marcello Tatangelo ha chiesto l'ergastolo per l'uomo, arrestato nel dicembre del 2015 dopo oltre 30 anni dall'omicidio. La sentenza è stata pronunciata oggi dalla Corte d'Assise di Milano. Lui si è sempre detto innocente e anche in mattinata, al termine del dibattimento, si è definito una "vittima sacrificale" perfetta in quanto "pregiudicato, terrone e compare di Belfiore". Per il suo legale, Basilio Foti, si tratta di "una sentenza già scritta".

Ergastolo per Rocco Schirripa.