Castel di Guido, si apparta con una prostituta e la rapina: arrestato

Mentre veniva portata in ospedale, sono intervenuti i poliziotti dei commissariati Aurelio e Monteverde.

Il personale del Commissariato Aurelio, appresa la notizia, prendeva contatti con il personale medico e con la stessa donna, di ventisei anni, domiciliata a Roma, sprovvista di documenti, che presentava gravi lesioni fisiche dovute alle percosse subite.

Durante il percorso verso il luogo stabilito, l'individuo, che le camminava alle spalle, improvvisamente aveva iniziato a colpirla con violenza facendola cadere a terra.

La donna, nonostante l'accaduto, era riuscita a rilevare la targa dell'auto e a chiedere soccorso a dei veicoli in transito.

Sulla base della targa fornita, venivano effettuati accertamenti tramite la banca dati interforze SDI, dai quali emergeva che l'auto abbinata alla suddetta targa era effettivamente una Mercedes intestata ad una donna residente a Tarquinia.

La vittima aveva subito riconosciuto in foto l'aggressore, così gli agenti di Tarquinia intercettavano l'uomo a bordo del veicolo e lo conducevano al commissariato.

Condotto dagli agenti presso gli uffici del commissariato, l'uomo veniva sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici e nella circostanza veniva immediatamente rintracciata la parte offesa che formalizzava l'atto di denuncia, sede in cui alla donna veniva formalmente posto in visione un album fotografico attraverso il quale riconosceva senza ombra di dubbio la persona responsabile della rapina ai suoi danni. - Un cittadino marocchino di 37 anni e' stato arrestato a Barletta dalla Polizia con l'accusa di rapina.

Recuperata la borsa, l'uomo è stato arrestato per rapina aggravata e portato, su disposizione dell'autorità giudiziaria ai domiciliari. Dirigente il Commissariato di Tarquinia, il Dr. Fabio Zampaglione.