Incidente sul lavoro a Scafati, speranze al minimo per l'operaio

Incidente sul lavoro a Scafati, speranze al minimo per l'operaio

Sull'incidente indagano i carabinieri della tenenza di Scafati.

Trentotto anni, di Torre Annunziata, è la vittima di un drammatico incidente sul lavoro avvenuto nei giorni scorsi in una fabbrica a Scafati: si è tranciato entrambe le mani mentre lavorava una lastra d'alluminio.

Il "miracolo" del recupero è stato fatto all'ospedale Pellegrini con un intervento durato oltre dieci ore. Due le equipe approntate. Per liberarsi ha disperatamente utilizzato l'altra, ma anche questa è stata strappata. Sono rientrati anche dei medici in ferie per partecipare all'operazione.

L'episodio non era passato inosservato, in maniera particolare per la sua atrocità: all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, nel Salernitano, il 38enne arrivò con entrambi i polsi tranciati e le mani conservate in una busta di plastica riempita con del ghiaccio. Nel frattempo un successo già il Pellegrini lo ha ottenuto: in un momento di gravissima carenza di organico i medici sono riusciti non solo a dare il meglio di loro stessi ma a compattarsi per ritrovarsi in sala operatoria. "Sì è stato davvero un momento di alta medicina".