Ucciso un vigile urbano a Barile con 6 colpi di pistola

Ucciso un vigile urbano a Barile con 6 colpi di pistola

Remo Giuliano, vigile urbano di 57 anni, è stato ucciso intorno alle 11 con diversi colpi di pistola nel pieno centro del borgo lucano, a pochi metri dall'ufficio postale.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte dei Carabinieri del comando provinciale di Potenza l'assassino ha bussato all'abitazione del vigile urbano per farlo uscire in strada e sparandogli subito dopo. Secondo i militari dell'Arma che stanno interrogando conoscenti e familiari della vittima, l'omicidio sarebbe maturato per dissidi di natura privata, in particolare per i rapporti del Giuliano con una terza persona. In paese è stata annullata la "Notte barilese", prevista per stasera. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

Immediatamente sono partite le indagini dei nuclei operativi dei carabinieri, coordinate dalla Procura di Potenza, che hanno subito concentrato le indagini su Caccavo, dato che erano già noti i suoi conflitti con la vittima.

Si tratta di Alessandro Caccavo, un 64enne di Potenza. Vengono sentiti alcuni testimoni, poi si passa allo stesso Caccavo, a carico del quale vengono "cristallizzati elementi di responsabilità": finito il confronto con i due pubblici ministeri, il presunto assassino viene trasferito in carcere.