Benevento. Baroni: "Contro la Samp umili ma senza paura"

Benevento. Baroni:

Marco Giampaolo parla in conferenza alla vigilia dell'esordio in campionato contro il Benevento: il tecnico della Sampdoria risponde anche a qualche inevitabile domanda sulla situazione di Patrik Schick, conteso da Inter e Roma.

"Politicamente dovrei dire che è un giocatore della Samp ma praticamente no. Tecnicamente è come se non ci fosse, se dovesse tornare vedremo che step dovrà compiere". Oltre a Dodò, non hanno partecipato all'allenamento Leverbe (differenziato per lui), Schick e Viviano (che continuano nel loro lavoro individuale). Al 19' aprì le marcature il paraguaiano Edgar Osvaldo Barreto Caceres, che servito da un corridoio al centro dell'area infilò un destro a tu per tu col portiere Enrico Guarna, buono quindi il debutto stagionale per il sudamericano, al suo 5° gol personale in 24 presenze in Coppa Italia, 3° gol personale in 66 presenze doriane finora. "So di essere impopolare ma non devo fare il ruffiano - ha detto il tecnico - Alvarez è un grandissimo giocatore, ha solo un problema ambientale: se sbaglia una palla ha subito l'occhio della critica addosso e deve venirne fuori da solo". Il mio è un messaggio al pubblico. "Infine Regini è il nostro capitano e non va assolutamente toccato". "Gli errori si commettono, l'importante è come ti poni di fronte a questi errori". Gara dura quella che attende i sanniti in uno degli stadi più caldi e belli del campionato e al cospetto della squadra di mister Giampaolo.

Sul VAR: "Penso che possa aiutare, bisogna soltanto abituarsi e penso che l'intervento sia limitato a due massimo tre volte in una partita. Non dimentichiamoci che l'ultima decisione spetta sempre all'arbitro".

"Non lo posso dire. La Samp parte a fari spenti con molta umiltà non dimenticando che noi abbiamo un grade valore aggiunto che non dobbiamo mai disperdere: il supporto della nostra tifoseria".