Rosetti soddisfatto dell'esordio del Var: Anche per Inter-Fiorentina tutto ok

Rosetti soddisfatto dell'esordio del Var: Anche per Inter-Fiorentina tutto ok

"E' stata l'alba di un nuovo giorno ed è stato un buon inizio". I benefici del video assistant sono stati palesi in diversi campi ma non al Dall'Ara dove l'arbitro Massa, a sei minuti dal 90', non ha, ingiustamente, convalidato il gol del 2-1 del Torino fermando il gioco senza chiedere l'ausilio del Var. Nell'epoca della moviola in campo, alla prima giornata la squadra granata è stata ugualmente danneggiata. Roberto Rosetti, ex arbitro internazionale e responsabile dell'esperimento Var che potrebbe essere approvata dalla Fifa e portata ai Mondiali, è intervenuto nel corso di Radio anch'io lo sport, a Gr Parlamento, per commentare l'esordio del Var in serie A dopo la prima giornata: "Ogni cambiamento prevede una fase di adattamento, un'ottimizzazione delle procedure, i tempi devono essere limati". E col campionato fa il suo ingresso in campo anche il VAR. Eurosport spiega in che consiste questo sistema di controllo che aiuterà gli arbitri nelle decisioni di campo. A Bologna durante la gara dei rossoblù contro il Torino il Var è stato inattivo per 77' causa un guasto tecnico: non ce n'è stato bisogno, ma in tal caso scatterebbe il piano B, la comunicazione via walkie-talkie tra l'arbitro Var e il quarto uomo.

Tecnicamente l'errore umano è del collaboratore di linea che nel dubbio ha alzato subito la bandierina costringendo l'arbitro a fermare il gioco, quindi il tiro e il gol è come non fossero mai esistiti perché il Var non può intervenire su situazioni avvenute a gioco fermo ma solamente sanare situazioni che avvengono durante lo svolgimento della gara. Questo lavoro lo stiamo facendo non solo in Italia con l'obiettivo ben preciso di un calcio più giusto, per eliminare gli errori. Ho visto un'ottima reazione da parte dei calciatori, c'è stata una diminuzione delle proteste e i giocatori sono più sereni accettando le varie decisioni.