Basket, europei: Serbia troppo forte, Italia eliminata

Basket, europei: Serbia troppo forte, Italia eliminata

I serbi di Sasha Djordjevic guadagnano invece l'accesso alla semifinale dove sfideranno la Russia. Questo per dire che i quarti di finale per l'Italia attuale sono da considerarsi un buon risultato, che non merita processi e che avrebbe meritato una vetrina televisiva ampia (il paragone con il volley in prima serata su Rai Uno fa male), ma anche per ricordare che Gallinari un anno fa disse "Se non abbiamo mai vinto niente e mai nemmeno ci siamo andati vicino, significa che siamo stati tutti sopravvalutati".

Scommetti (minimo DOPPIA, massimo QUADRUPLA. modalità pre-match, quote uguali o superiori a 1,40.) su qualsiasi tipologia di scommessa degli incontri del Campionato Europeo di pallacanestro in programma tra giovedì 31 agosto e domenica 17 settembre*: AL TERMINE DEL TORNEO riceverai un bonus pari al 30% della scommessa VINCENTE di importo più alto, sino a un massimo di 30€.

"Le statistiche parlano chiaro, la differenza a rimbalzo ha pesantemente condizionato la partita - commenta il coach a fine partita -". A inizio secondo, strappo della Serbia (+7) e immediata risposta da tre punti di Khvostov. Il primo quarto si chiude sul 20-25 per la Serbia, dopo il canestro sulla sirena di Micic. Voglio ringraziare i ragazzi per aver giocato sempre con cuore e coraggio e per quanto hanno fatto dal primo giorno di raduno.

Il cammino dell'Italia all'Europeo di basket è stato fermato dalla Serbia (67-83) che ha dimostrato superiorità fisica, qualitativa, maggior concentrazione ed anche esperienza.

La Serbia parte con la solita concentrazione in un match così importante, eseguendo al meglio nei primi possessi di gioco, poggiando spesso l'attacco su Kuzmic e difendendo forte sul perimetro.

Nell'ultimo periodo Belinelli prova pure a dare la scossa portandoci a -8, 59-67, poi rientra in campo mr. Bogdan Bogdanovic (miglior realizzatore della serata con 25 punti) e buonanotte ai suonatori. In difficoltà sotto entrambe le plance, l'Italia si carica di falli e comincia a perdere sicurezza. La Serbia vola sul +11 alla fine del secondo quarto con i suoi lunghi, ma la partita resta aperta. L'Italia con le unghia e con i denti prova a non mollare, a ricacciarla indietro ci pensa Bodganovic con cinque punti in pochi secondi. Ma se nel big match di ieri sera la gara era una sfida fra due attacchi fenomenali, qui vincerà chi avrà la difesa più forte: la linea under over è infatti di 148,5 ovvero ben 18 punti in meno rispetto a Slovenia-Lettonia. Sforzi vani perché la Serbia chiude avanti anche la terza frazione 59-48. L'Italia torna a casa a testa alta, ma ancora una volta la valigia è piena di amarezza.