Metro Londra: L'Isis rivendica l'attentato. Ventinove feriti ma nessuno è grave

Metro Londra: L'Isis rivendica l'attentato. Ventinove feriti ma nessuno è grave

Testimoni parlano di passeggeri con ustioni al volto.

La stazione di Parsons Green, dov'è avvenuto l'attacco, è stata riaperta. Un'esplosione ha colpito un treno della metropolitana, all'altezza della stazione di Parsons Green. E' salito a 29 dai precedenti 22 il bilancio dei feriti, fortunatamente nessuna in gravi condizioni. Da queste immagini si vedeva un cestino bianco: è lì che doveva essere contenuto l'ordigno, nascosto all'interno di una busta del supermercato.

Mark Rowley, responsabile dell'antiterrorismo, ha detto che l'ipotesi di un coinvolgimento di una cellula composta da più persone e non di un atto compiuto da una scheggia impazzita resta in piedi.

Le sue generalità non sono ancora state diffuse.

Scotland Yard è intervenuta subito sul posto e sta dispiegando tutti i dispositivi di sicurezza possibili, ma, come per ogni attentato, le polemiche sulla sicurezza non mancano mai: infatti, il presidente Trump non ha esitato a dichiarare, a caldo, che gli autori dell'attacco siano già conosciuti a Scotland Yard, cosa che al momento, se vera, non è di dominio pubblico. "Ho informazioni limitate" su quanto sta accadendo nella metro di Londra ed è "importante non fare speculazioni". Ha quindi lanciato un appello a proseguire la propria vita come sempre. E' ancora in corso una "caccia all'uomo" per trovare l'attentatore: lo ha confermato il sindaco di Londra, Sadiq Khan. "Londra non si é fermata di fronte ad altri terribili attacchi e non si fermerà di fronte a questo", ha proclamato. Arrivando nella stazione di Waterloo, Dick si é detta fiduciosa sulla capacità dei suoi concittadini di assorbire la botta.

Si tratta del quarto episodio di terrorismo a Londra nel 2017, che in totale finora ha causato 14 morti e più di 100 feriti, se si contano anche quelli delle esplosioni in metro. Il 22 marzo un uomo aveva travolto la folla con la sua auto davanti al Parlamento di Westminster, poi era sceso e aveva colpito un agente di polizia.