Fiuggi, Berlusconi: "Ho passato estate monacale, ma sono ancora un birichino"

Fiuggi, Berlusconi:

"Solo chi è nel Ppe vincerà le prossime elezioni nell'Ue", parola di Silvio Berlusconi che oggi, dal palco della convention di Forza Italia a Fiuggi, ha rilanciato il ruolo centrista del suo partito ma anche e soprattutto una sua candidatura come premier. "Nessuno di loro ha mai fatto alcunché di buono per sè e per la proria famiglia, non hanno mai lavorato". Le istanze della Lega avranno "sempre una presenza dignitosa nei nostri programmi ma il centrodestra in Italia lo abbiamo fatto noi, abbiamo portato nel governo forze che ne erano rimaste escluse".

Con lo spirito che da sempre contraddistingue gli iscritti di Forza Italia, continuando ad offrire un aiuto tangibile alle zone colpite dall'ultimo sisma, per la serata di sabato è stata organizzata una cena, il cui ricavato verrà devoluto a beneficio degli abitanti delle zone terremotate. "I partiti populisti, che però io preferirei chiamare ribellisti, non hanno vinto da nessuna parte, certe volte hanno avuto un certo peso ma non hanno vinto", ha detto Berlusconi citando l'esempio francese di Macron che ha vinto "proprio per evitare vittoria del Fronte Nazionale".

"Noi non abbiamo bisogno di fare primarie: il leader, visto che si nasce leader, ce l'abbiamo. Questi colpi di Stato li abbiamo subiti, con l'assurdo allontanamento del suo leader dal Parlamento", ha detto il leader degli azzurri.

"Siamo molto fieri di essere i rappresentanti in Italia della grande famiglia della democrazia e libertà che è il Ppe e i valori del Ppe sono diventati i nostri assoluti valori". Il riferimento è all'udienza davanti alla Grande Chambre della Corte europea dei diritti dell'uomo (Cedu) prevista per il 22 novembre che stabilirà se il Senato italiano ha commesso oppure no un abuso applicando la legge Severino e deliberando nel 2013 la decadenza dal seggio parlamentare di Berlusconi dopo la sua condanna definitiva per frode fiscale.

"Per governare un Paese non si può improvvisare né inventare, serve una grande esperienza decisionale". "Su un governo di 20 ministri la maggioranza, almeno 12 su 20, non deve essere composta da professionisti della politica ma da protagonisti del mondo del fare, dell'impresa, della società e del volontariato di alto livello" ha sottolineato Berlusconi.

Mi aspetto un via libera dall'Europa per ricandidarmi "Mi aspetto che l'Europa mi restituisca l'onore in modo da potermi ripresentare davanti ai cittadini da uomo integro", ha detto Berlusconi, in attesa del pronunciamento della corte di Strasburgo. Questo è un rischio che ci preoccupa grandemente. Domandate alle vostre compagne se non hanno paura, non solo ad uscire da sole la notte, ma anche nel pomeriggio. Noi abbiamo fatto accordi con Gheddafi per fermare i migranti.