MotoGp, Gp Aragon: Vinales in pole, SuperValentino è terzo

MotoGp, Gp Aragon: Vinales in pole, SuperValentino è terzo

Una qualifica che nessuno si sarebbe aspettato, un risultato sorprendente oggi al circuito Motorland di Aragon. Il "Dottore" attende quindi una pista totalmente asciutta per far più giri e progredire nel recupero fino ad ora prodigioso. Ma nei giri che contano ha sfoderato la solita prestazione da campione, rischiando anche di prendersi una pole position che sarebbe entrata direttamente nella storia di questo sport. "Sul bagnato vado bene, non sento troppo male, ma guidare è meno impegnativo". "La gamba va bene, anche adesso non mi fa troppo male, con la moto abbiamo sofferto in accelerazione perché abbiamo poco grip, speriamo che domani e dopodomani ci siano condizioni migliori per lavorare sul setting e sulle gomme". "Per dare un giudizio sull'asciutto quindi dobbiamo aspettare". Così Dani Pedrosa ha commentato al termine della giornata di prove libere, chiuse dallo spagnolo con il miglior tempo. Pensando alla gara ho provato prima la media per la gara e poi la soft e mi sono trovato molto bene con la moto. Il suo 1'59 " 858, ottenuto nei minuti finali resisterà agli attacchi degli altri concorrenti, primo fra tutti il compagno di squadra e leader della MotoGP. Sempre veloce nelle prove, il francese Johann Zarco sigla il terzo tempo a poco più di quattro decimi e mezzo dal catalano con la sua Monster Yamaha Tech 3. Quinto tempo per il ceco Karel Abraham in sella a Ducati (2'00.471), sesto il britannico Kal Croutchlow (Lcr Honda, 2'00.482) davanti all'Aprilia del connazionale Sam Lowes (2'00.585).

Maverick Viñales approfitta al meglio della caduta di Marc Márquez e delle difficoltà di Andrea Dovizioso per prendersi un piccolo vantaggio in vista della gara di domani ad Aragón. Non è più un mezzo miracolo ma un miracolo intero quello del Dottore che solo 23 giorni fa aveva riportato un brutto infortunio e che sembrava out anche per questo Gp dopo aver saltato quello di Misano. Quinta pole stagionale per il pilota della Yamaha. A chiudere la top ten Andrea Iannone (Suzuki), decimo con un ritardo di 654 millesimi da Vinales.