Voli Ryanair cancellati, decolla l'indagine. La Procura di Bergamo apre un fascicolo

Voli Ryanair cancellati, decolla l'indagine. La Procura di Bergamo apre un fascicolo

Intanto da Bergamo, la procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta a seguito dell'esposto presentato dall'associazione dei consumatori Codacons.

L'intenzione degli inquirenti è quella di capire bene la storia delle cancellazioni dei voli dovute, come ha sempre asserito la Ryanair, alla necessità di smaltire le ferie dei propri equipaggi, in particolare dei piloti. Il procuratore Walter Mapelli ha deciso di aprire un fascicolo, per ora senza ipotesi di reato, che è stato assegnato al sostituto procuratore Fabrizio Gaverini.

"Tutti coloro che hanno perso i soldi o sostenuto spese aggiuntive a causa della cancellazione del volo (perdita notti in hotel, perdita giorni lavorativi, spese per trasferimenti alternativi o alloggi, ecc.) troveranno sul sito www.codacons.it, a partire da questo pomeriggio, il modulo attraverso cui chiedere il giusto risarcimento a Ryanair, e se la compagnia rifiuterà gli indennizzi, scatterà una mega-class action promossa dal Codacons per conto dei passeggeri danneggiati", precisa Rienzi.

"Immensi disagi anche in Campania a causa delle cancellazioni dei voli Ryanair". Anche l'Antitrust ha aperto un procedimento istruttorio per presunte pratiche commerciali scorrette in violazione del Codice del Consumo. E' infatti arrivato un ultimatum da parte dei piloti della compagnia aerea, che hanno respinto l'offerta di un bonus di dodicimila euro, ma hanno invece chiesto all'azienda di accettare le loro richieste entro e non oltre venerdì mattina. Tra queste troviamo contratti di assunzione locali e non più irlandesi dal primo gennaio 2018 e un miglioramento delle condizioni di lavoro.

E poi successivamente ha aggiunto: "A noi interessa tutelare i diritti dei passeggeri", ha sottolineato il ministro, chiedendo "assolutamente il rimborso dei biglietti, la protezione su nuovi viaggi e l'applicazione delle sanzioni che la gran parte dei passeggeri può incassare". Il passeggero è un cittadino che ha i suoi diritti, tutelati dalla legge.