Bebè card: 150 euro al mese a chi partorisce nel 2017-2018

Vale la pena approfondire i dettagli di questo beneficio economico, una sorta di bonus mamma che si rivolge alle mamme residenti a Milano che hanno avuto un bimbo a partire da aprile 2017.

Simona Romanò Arriva la Bebé card. Succede a Milano grazie alla nuova Bebè Card che è una carta elettronica che, al pari di come funziona la carta acquisti, sarà caricata dal Comune di Milano con 150 euro al mese per 12 mesi al fine di acquistare beni e/o servizi. Dal settembre 2016 ad oggi il contributo era stato fornito tramite un buono spesa, dal prossimo mese, invece, le mamme che ne avranno diritto riceveranno a casa una carta prepagata, che potrà essere utilizzata per acquistare prodotti e servizi dedicati ai bambini. Al reddito di maternità il Comune ha destinato 7,4 milioni di euro per il triennio 2017-2019, si stima che saranno circa 1.600 l'anno i nuclei familiari a beneficiarne, circa 900 nel 2017 per i nati dal primo di aprile.

Quali sono i requisiti per ottenere la bebe card? Le neo mamme devono anche essere casalinghe o disoccupate, o non aver beneficiato di alcuna forma di tutela economica della maternità dal datore di lavoro per il periodo di maternità; avere un reddito Isee non superiore a 16.954,95 euro. L'Amministrazione comunale, tra l'altro, precisa che in caso di nascita di gemelli il contributo sarà assegnato per ciascun bambino.

Per richiedere il contributo la mamma, entro 6 mesi dalla nascita del minore o dall'ingresso in famiglia in caso di adozione, deve recarsi presso uno dei Caf convenzionati presentando: fotocopia della certificazione Isee in corso di validità; fotocopia del permesso di soggiorno; copia dello stato di famiglia (oppure dello stato di famiglia del figlio/i per il/i quale/i si presenta domanda qualora il/i figlio/i non sia/siano presente/i nello stato di famiglia della dichiarante); fotocopia di un valido documento d'identità.

- se necessario, permesso di soggiorno (basta la fotocopia).