Di Natale: "Ecco cosa dissi a Insigne. Scudetto? Juventus favorita, ma il Napoli è fortissimo"

Di Natale:

"Fa giocate da top player e si è messo a segnare".

Compie 40 anni Totò Di Natale che festeggia con un'intervista alla Gazzetta dello Sport, parlando anche della lotta scudetto: "La Juve è favorita". "Ma il Napoli ha ridotto il gap, non spreca più e Sarri è bravo".

Dei calciatori dice: "Non nascono più campioni perché dopo un anno buono certi giocatori fanno un gran contratto lungo e si accontentano". Di Natale, che in carriera non ha mai giocato nel Napoli ma ha sempre fatto il tifo per i colori azzurri, ha un rimpianto più grande degli altri: "Quello di non essere stato allenato da Sarri. A Udine gli dissi che gli mancava solo più continuità col gol e adesso lo fa". E poi i settori giovanili non sono curati, questo è un altro guaio. Quanto alla nazionale italiana "deve andare al Mondiale, altrimenti sono convinto pure io che sia una catastrofe. Quando lo vedo rivedo in lui la qualità che diede Guidolin all'Udinese, con un gioco rapido fatto di scambi palla a terra". Ricorda l'Europeo 2012 con Prandelli.