Pellegrini, lettera dell'ammiratore: "Grazie a te, Federica, ho combattuto il cancro"

Pellegrini, lettera dell'ammiratore:

La lite tra Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, con polemiche e offese di altri partecipanti via social, finisce sul tavolo della Procura della Federnuoto. Fermo restando che chi ha votato lo ha fatto con onestà intellettuale. A quanto pare fra i due atleti ci sarebbe stato uno scambio di messaggi vocali per chiarire che il loro intento era quello di difendere i rispettivi allenatori: Matteo Giunta per la Pellegrini e Morini per Paltrinieri. "Mi sono arrabbiato molto, ma ora sono il primo a dire che dovremmo abbassare i toni".

"Difendo la legittimità di Federica di esprimere un'opinione e anche il diritto di Gregorio di replicare". La nuotatrice veneta ha pubblicato su twitter la lettera di Marco, che ha battuto il cancro: "Grazie a te ho iniziato a nuotare, poi l'anno scorso mi sono ammalato e tu mi hai dato la forza per superarlo", scrive Marco, tra i volontari dei mondiali di Budapest.

"Il presidente Paolo Barelli invita tutti i tesserati ad astenersi da ogni ulteriore intervento in materia, specie quando di chiara natura offensiva, che ha già generato una escalation di volgarità incontrollate". Il sostituto Fabio Portelli, incaricato dal procuratore Angelo Sammarco, ha preso visione di tutte le dichiarazioni (soprattutto di Pellegrini, Paltrinieri, Tommaso Morini, figlio di Stefano eletto per la quarta volta, Giunta, battuto dal coach di Greg e Detti): sarebbe rimasto colpito dalla durezza: Entro 10 giorni provvederà a convocare i protagonisti per poi girare le conclusioni al procuratore.

E poi una battuta sull'indagine aperta dalla Procura Fin: "Figuratevi se discuto una cosa che riguarda la Procura federale, tanto più quella del nuoto con la quale in passato ho avuto qualche esperienza non proprio positiva".