Quando Khal Drogo di Game of Thrones disse: "Adoro il fatto che nei film fantasy si possano stuprare bellissime donne"

Quando Khal Drogo di Game of Thrones disse:

Adesso a porgere le sue scuse pubblicamente è la star di Aquaman e Il trono di spade Jason Momoa. "Posso violentare donne bellissime". È il 2011: al Comic Con, in California, l'attore Jason Momoa (Khal Drogo nella celebre serie fantasy) risponde così a una domanda in conferenza stampa.

Purtoppo quelle parole sono esplose come una bomba contro di lui in un momento in cui il caso del produttore Harvey Weinstein ha gettato nuova luce su una "pratica", quella degli stupri e delle molestie, tristemente ricorrente nel mondo di Hollywood (e non solo). Ovviamente, una espressione del genere - ripresa a sei anni di distanza - ha provocato la reazione di Jason Momoa che si è scusato su Instagram. "Quelle risate sono il motivo per cui le vittime non parlano", ha scritto un'utente. La violenza sessuale può colpire chiunque e me ne sono reso conto di persona nella mia famiglia. "È inaccettabile e mi scuso ancora con il cuore pieno di vergogna per le parole che ho pronunciato".