Bonus assunzione giovani: le novità della Legge di Bilancio 2018

Bonus assunzione giovani: le novità della Legge di Bilancio 2018

Il comunicato stampa ufficiale ha mostrato quali sono le proposte del Governo e in che modo si è stabilito di distribuire i fondi a disposizione.

(Jamma) C'è attesa per il Consiglio dei ministri che dovrà varare il Draft budgetary plan, da inviare a Bruxelles entro stasera, e la legge di Bilancio.

Il testo della legge di Bilancio vera e propria potrebbe non essere invece materialmente pronto entro stasera: in Cdm potrebbe essere approvata una bozza su cui poi i tecnici continueranno a lavorare, per le ultime limature, fino al 20 ottobre, data che la legge prescrive come termine ultimo per invio della manovra alle Camere. E' probabile che l'ecobonus sia prorogato ma con qualche possibile riduzione delle detrazioni che, per quanto riguarda la sostituzione di finestre e l'installazione di caldaie a condensazione, dovrebbero passare dal 65% al 50%.

La Legge di Bilancio 2018 introduce un nuovo bonus molto interessante, destinato ai lavori di rifacimento e manutenzione di giardini e terrazze.

Arriva un bonus per l'assunzione di giovani under 34 che cerca di sbloccare la situazione in Italia e di abbassare la disoccupazione tra i 18 e i 34 anni.

A partire dal primo gennaio 2018 previsto uno sconto contributivo del 50% per le assunzioni (escluse quelle di lavoratori domestici) di giovani con contratti a tempo indeterminato in corso d'anno ma anche per quelle partite in novembre o dicembre 2017 (la fruizione del beneficio decorre comunque dal 2018). Difatti così è stato e con Legge di Bilancio si cerca di incentivare l'assunzione dei più giovani.

Prenderà il posto della social card SIA 2017, con l'importo del contributo che va dai 190 ai 485 euro mensili per famiglia. Per il Sud lo sgravio dovrebbe arrivare al 100% andando a confermare l'attuale normativa. Per richiedere il REI 2018, però, nel nucleo familiare devono essere presenti almeno un minore, un disabile o una donna incinta.

Competitività: Sono confermate molte misure di contenimento della pressione fiscale e sviluppo, già contenute nella precedente legge di bilancio, quali le agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica, il superammortamento e l'iperammortamento. Investimenti degli enti enti locali: Per sostenere gli investimenti degli enti locali sono previsti spazi finanziari, per gli anni 2018-2023, che consentono l'utilizzo dell'avanzo di amministrazione Si riconoscono, inoltre, ai comuni contributi, per il triennio 2018-2020, per rilanciare gli investimenti in opere pubbliche.