Ryanair: O'Leary, piloti Alitalia vogliono venire da noi

Ryanair: O'Leary, piloti Alitalia vogliono venire da noi

Lo ha detto l'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, ribadendo che la low cost irlandese non è più interessata ad acquisire l'Alitalia.

O'Leary ha spiegato, sempre a margine dell'incontro, che i rimborsi causati dai voli cancellati "costeranno 25 milioni di euro". Sul tema dei rapporti di lavoro, ha quindi puntualizzato Riggio, "non siamo noi che possiamo entrare nel merito, noi ci occupiamo di sicurezza e del Regolamento".

Ryanair va al contrattacco dopo il duro colpo del caos voli.

"E' stato un incontro molto positivo - ha detto O'Leary - abbiamo assicurato all'Enac che quelle annunciate fino a marzo saranno le ultime cancellazioni. Abbiamo confermato la nostra crescita in Italia, con un aumento del 6% della nostra attività nella stagione invernale e abbiamo nuovi importanti programmi per nuove rotte nel 2018". Elementi che devono aver convinto il presidente Vito Riggio che ha dichiarato: "Al momento non ci sono gli estremi per applicare sanzioni a Ryanair, ma restiamo vigili e pronti ad intervenire se ci saranno segnalazioni". L'Enac infatti, si è fatto portatore di questa istanza raccolta dalle associazioni dei consumatori, precisando, al contempo, alla compagnia che per dare seguito all'attivazione del tavolo, il contatto deve essere preso direttamente con le associazioni dei consumatori e con il relativo organismo di conciliazione. "La crisi è stata affrontata benino", ha aggiunto, spiegando che "il 97% dei passeggeri è stato riprotetto". E infine "che si applichi al più possibile una legislazione comunitaria che non mortifichi in nessun modo i diritti e gli interessi dei lavoratori".