Aspirina contro il cancro: previene tumore gastrico

Aspirina contro il cancro: previene tumore gastrico

Nel corso del congresso United European Gastroenterology sono stati presentati i risultati di uno studio condotto su 600mila persone che ha fatto emergere il ruolo dell'Aspirina per la nostra salute. Sono molti i tumori che possono insorgere in questi organi, ma i GIST hanno la particolarità di prendere il via da un tipo particolare di cellule, progenitrici delle cellule interstiziali di Cajal. Un gruppo di ricercatori spagnoli ha scoperto che c'è un collegamento tra la riduzione del rischio di cancro gastrico e l'utilizzo di Aspirina.

I ricercatori spagnoli, coordinati dal professor Kelvin Tsoi della Chinese University di Hong Kong, sono riusciti a dimostrare come l'assunzione di almeno sei mesi di aspirina, riducesse il rischio di contrarre varie forme tumorali. Questi oltre ai tumori del sistema digerente hanno anche guardato altre neoplasie osservando sempre comunque un possibile effetto protettivo anche riguardanti le leucemie, tumori del polmone, della prostata ma non per altri come il tumore alla vescica, al seno, ai reni e il mieloma multiplo. Da quanto è emerso, sembra che questo farmaco utilizzato per lo più nelle trattamento dell'influenza e stati influenzali, pare sia in grado di prevenire il tumore gastrico.

Il legame tra tumore e aspirina era già stato ipotizzato: la scienza lo conferma e spiega come fa questo medicinale a proteggere lo stomaco. In particolare si parla del 47% in meno per i tumori del fegato e dell'esofago, del 38% per i tumori gastrici, del 34% per quelli del pancreas e del 24% per quelli del colon-retto.

Il cancro si previene con l'Aspirina? Intervenuto sulla questione Giordano Beretta responsabile dell'oncologia medica di Humanitas Gavazzeni di Bergamo nuovo presidente eletto dell'associazione italiana di Oncologia Medica il quale ha riferito che la possibilità che l'assunzione prolungata dei farmaci antinfiammatori non steroidei come l'aspirina riduca l'incidenza dei Tumori gastrici è nota da tempo. "Ciò che ancora non conosciamo e che sarà importante stabilire nel prossimo futuro, è il rapporto rischio/beneficio, che deve tener conto del reale effetto anti-cancro dei Fans e dei possibili effetti collaterali, e la dose efficace a cui eventualmente somministrarli".