Carcere di Foggia, aggrediti due agenti penitenziari Da un detenuto

Carcere di Foggia, aggrediti due agenti penitenziari Da un detenuto

R. P. e quattro Assistenti capo C.F., A.P., M.B. e G.C. vengono accusati dal detenuto Ismail Ltaief di origine Tunisina, per concorso in lesioni aggravate e minacce nei suoi confronti.

Un agente della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Brucoli, in provincia di Siracusa, è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 10 febbraio 2011 dopo la denuncia del detenuto i cinque agenti erano stati colpiti da provvedimenti restrittivi emessi dalla Procura della Repubblica di Velletri, e sospesi immediatamente dal servizio. Gli altri due Assistenti, invece, hanno dovuto attendere l'Appello per ottenerla. "Purtroppo ci sono voluti quasi sette anni perché la Procura si rendesse conto del pericoloso e falso detenuto che aveva davanti".