Corea del Nord, soldato fugge nel Sud ma i commilitoni gli sparano

Corea del Nord, soldato fugge nel Sud ma i commilitoni gli sparano

"Dobbiamo superare momenti cruciali nei prossimi 10 giorni", ha riferito Lee Guk-jong, uno dei medici dell'ospedale, nel resoconto della Yonhap.

Il militare nordcoreano, sulle cui intenzioni sono in corso gli accertamenti, ha avvicinato la Joint Security Area, la zona di passaggio, in jeep prima di proseguire correndo verso il sud attraverso la linea demilitarizzata. Gli spari hanno infatti lesionato organi importanti.

E' riuscito a fuggire dalla Corea del Nord, ma è stato colpito dai suoi stessi commilitoni. "Fino a questa mattina, abbiamo sentito che non aveva coscienza e non è stato in grado di respirare da solo, ma la sua vita può essere salvata", ha detto Suh Wook, direttore principale delle operazioni, precisando che sono cinque i proiettili estratti dal corpo del soldato finora, mentre altri due restano ancora all'interno. A riferire la notizia sono stati i militari di Seul. Un elicottero lo ha trasportato all'ospedale universitario di Ajou a Suwon, dove è stato sottoposto operato.